Sun-Young-Lee-img-articolo

Coreana di nascita, Sun Young Lee vive a Milano da otto anni. E’ una giovane imprenditrice che ha dato vita a ” Theory of Gaia” una nuovissima piattaforma e-commerce di abbigliamento e lifestyle dedicata alle donne. Incuriosita dalla sua storia ho fatto alcune domande a Sun, leggete le sue risposte.

Perché hai scelto Milano?

Volevo studiare moda e nello specifico dedicarmi alla parte manageriale. Ho pensato che conoscere la lingua italiana potesse essere una marcia in più e per questo ho deciso di trasferirmi a Milano, una delle capitali più importanti del settore.

Raccontami qualcosa del tuo nuovo progetto.

Theory of Gaia è nato in modo abbastanza naturale. Molte ragazze mi chiedevano dove compravo i vestiti compresa la mia socia,  una ragazza di origine Zambiana che vive a New York. Io acquistavo tutti i miei capi in Corea. Si trattava di abiti di alta qualità, ma non troppo costosi. Per questo motivo è iniziata questa nuova avventura che vuole proporre abiti ricercati ad un prezzo accessibile.

Quale è il vostro obiettivo?

Prima di tutto, vogliamo essere una piattaforma e-commerce di riferimento per molte donne ma anche dare un messaggio di speranza a tutte quelle persone che credono nei propri sogni e fanno di tutto per realizzarli. Proprio come hai fatto tu. Anche noi abbiamo lavorato per molto tempo per aziende anche se desideravamo creare qualcosa di nostro. E ce l’abbiamo fatta!

Come scegliete i capi?

Acquistiamo nuovi capi ogni tre mesi. La prima ricerca è dedicata allo stile effortlessy chic, cioè un capo che può apparire semplice, ma che con un dettaglio può diventare un look speciale e unico. La seconda ricerca è orientata alla qualità e al prezzo. Siamo convinte che si possa pretendere la qualità anche non spendendo molto denaro.

Il look che indossi è in vendita?

Ovviamente si!

Ti piace cucinare?

A volte sì, a volte no. Però sono una buongustaia.

Quale è il piatto che ti risulta meglio?

Come piatto coreano il Mandu. E’ un raviolo delizioso e mi diverto un sacco a farlo.

E il piatto italiano che più ti piace?

Amo la cucina siciliana, sopratutto i loro crudi con un po’ di condimento piccante. La pasta alla norma poi mi fa impazzire!

La tua più grande tentazione?

Il gelato. Potrei mangiarlo ogni giorno.

Tornerai in Corea?

Bella domanda alla quale non so rispondere. Ultimamente il mio Paese mi manca sempre più perché è un posto molto energetico, sempre in movimento. Quando torno là cerco di catturare tutta quella euforia e di ricaricarmi per poi tornare qui piena di entusiasmo. L’Italia mi piace troppo, la sento anche un po’ mia.

Hai un sogno nel cassetto?

Per ora no, sono felice così.

Di che segno zodiacale sei? 

Tigre.

Quale è il colore della tua anima?

Blu.

Ti ho chiesto di portarmi qualche oggetto che parlasse di te. Mi racconti qualcosa?

Questa è una candela a cui sono molto legata perché parla di una storia di successo e coraggio. E’ stata creata da una ragazza che ha deciso di lasciare  il suo lavoro per realizzare un sogno: creare candele. Così è iniziata la sua carriera e oggi ha molti punti vendita nel mondo. Io l’ho ordinata on line personalizzandola con il mio nome.
Sun-Young-Lee-img-articolo-1

L’ennesima agenda rossa di Smythson con le mie iniziali. Colleziono agende rosse da tanti anni, credo che questo colore mi porti fortuna.

Sun-Young-img-articolo-2

Il libro di Salinger. Lui è il mio autore preferito e ho tutti i suoi capolavori.

Sun-Young-Lee-img-articolo-3

Qualche trucco che non può mai mancare nella borsetta di una donna.

Sun-Young-Lee-img-articolo-4

La mia business card.

Sun-Young-Lee-img-articolo-5

Grazie Sun, adesso non mi resta che cucinarti. Ho preparato dei teneri filetti di salmone con tartare di mela verde al lime e glassa alla salsa di soia. Una bontà!

Ricetta. PER 4 PERSONE

4 filetti di Salmone + 2 mele verdi + il succo di limone + pepe + glassa alla soia.

Per la glassa alla soia: 100 ml di salsa di soia + 200 ml di acqua + 4 cucchiaini di miele + il succo di mezzo limone.

Preparate la glassa alla soia mettendo in un pentolino la salsa di soia, l’acqua, il miele e il succo di limone. Lasciate restringere il tutto a fuoco basso per circa 30 minuti. Lasciate riposare per 10 minuti prima di servire. Cuocete quindi al vapore i filetti di salmone per circa 10 minuti o se i filetti sono molto spessi ci vorrà qualche minuto in più. Nel frattempo sbucciate e tagliate a tartare la mela verde. Versateci sopra un po’ di succo di limone per non farla annerire e tenete da parte. Quando il salmone sarà pronto mettetelo nel piatto di portata. Aggiungete quindi la tartare di mela e la glassa alla soia. Un piatto delicato, raffinato e molto elegante.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*