Cocktail-Otello-img-post

Continua il sofisticato progetto in collaborazione con gin Tanqueray Ten che ha l’obiettivo di realizzare squisiti cocktail ispirati alla lirica. Dopo avervi deliziati con le note speziate di Aida, con quelle amare e tostate del Rigoletto e con tutta l’eleganza della Traviata, oggi è il momento di entrare in una nuova dimensione. Un intreccio di sapori profondi e scuri vi farà conoscere le note intense dell’Otello di Giuseppe Verdi ambientato nell’isola di Cipro e composto sul dramma di Shakespeare. La gelosia accecante si mescola al dolce amore e agli inganni, sfociando poi in un finale amaro e drammatico. In questa ricetta scoprirete come realizzare in casa un delizioso liquore ai datteri e alloro che renderà unico questo elisir.Se invece amate il teatro vi invito al Barezzi Festival, la rassegna che porta la musica rock, jazz ed elettronica nei luoghi della lirica per fruire dei teatri e dei loro meravigliosi spazi spesso inutilizzati. La rassegna si tiene nei teatri di Busseto, Fidenza e Parma, il luoghi di Giuseppe Verdi. Per saperne di più, potete cliccare qui.

Ricetta. PER 1 BICCHIERE

40 ml di Gin Tanqueray Ten dry + 5 ml di Fernet Branca + 20 ml di liquore ai datteri e alloro* + top di spuma al caffè** + foglia di alloro + ghiaccio.

*per il liquore ai datteri e alloro: 500 g di datteri + 1 litro di alcool + 500 g di zucchero + acqua + 10 foglie di alloro fresco.

**per la spuma al caffè: 250 ml di caffè americano zuccherato + 100 g di albumina.

Mettete il gin Tanqueray Ten dry, il Fernet Branca e il liquore ai datteri e alloro* in uno shaker e agitate forte per 15 secondi. Mettete il ghiaccio in un bicchiere, versate il cocktail e terminate con un top di spuma al caffè.

*Come realizzare il liquore ai datteri e alloro: mettete in infusione i datteri in 1 litro di alcool per 48 ore. In 2 litri di acqua fate sciogliere 500 g di zucchero.

**Come realizzare la spuma al caffè.  In una terrina versate il caffè zuccherato e l’albumina. Montate con una frusta elettrica fino ad ottenere una schiuma densa.

Credits cocktail: Oscar Cauli

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*