Manuel-Menini-img-post

Genovese di nascita e con un debole per la pittura,  Manuel Menini è la terza persona ritratta per il progetto nato con Tequila Don Julio che fa della passione uno stile di vita. Creativo multitasking a tutti gli effetti, potreste conoscerlo nei panni di stylist, come esperto di fiori, come dj in qualche bella serata o come consigliere perfetto per il giusto accessorio da indossare. Ma è esattamente da Vincent (via Spallanzani n.11), il suo negozio appena inaugurato, che potreste conoscere la sua vera passione: il gioiello antico. Manuel li colleziona da molti anni e finalmente ha dato vita al sogno di vedere tutti i suoi preziosi riuniti in un piccolo atelier nel cuore di Milano. Ho fatto molte domande a Manuel, leggete le sue risposte.

L’amore per il gioiello antico ti ha portato ad aprire Vincent. Perché hai scelto questo nome?

Cercavo un nome di persona e ho pensato a Van Gogh per tanti motivi. Mi sento spesso paragonare a lui per via del colore della mia barba e in più momenti ho indossato i suoi panni. Lo amo come artista e avendo frequentato l’accademia di belle arti spesso mi sono ritrovato a dipingere i suoi quadri.

Tu ed io abbiamo una passione in comune. Sto parlando dei mercatini dell’antiquariato, luoghi dove spesso ci incontriamo per caso senza esserci accordati.

La scoperta degli oggetti nei mercatini è uno dei piaceri più grandi della mia vita. Potrei passare intere giornate alla ricerca di qualcosa. Mi è capitato di trovare molti gioielli antichi abbandonati in qualche vetrinetta e di riportarli al loro vero splendore dopo un’accurata ristrutturazione. Penso che non sempre il valore di un oggetto sia dato solo dal materiale, ma anche dalla storia che ha, da chi e quando è stato realizzato.

Ti piace cucinare?

Si, sia in modo improvvisato che in maniera studiata. Mi diverto molto nel fare la spesa recuperando tutti gli ingredienti per realizzare una ricetta che cerco in anticipo.

Il tuo piatto preferito?

Da bravo genovese le trofie al pesto con tanto aglio.

Il dettaglio che non trascuri mai per una cena?

La tavola. Amo apparecchiarla usando molti colori nel tovagliato e nella porcellana. Uso spesso piatti e bicchieri differenti, segnaposto particolari, pezzi pregiati di argenteria o cristallo e poi fiori, tanti fiori.

I tuoi preferiti quali sono?

Sicuramente da campo, come l’anemone. Il suo nome significa “vento” e si riferisce alla grande fragilità che caratterizza questo fiore.

Di che segno zodiacale sei?

Del cancro.

Di che colore è la tua anima?

Sono indeciso tra verde e blu, ma probabilmente è blu. Un colore che ho iniziato ad apprezzare con il tempo. E’ rassicurante…

Grazie Manuel per tutto quello che ci hai raccontato. Ti ho chiesto di portare degli oggetti che ti rappresentassero e tu hai portato i tuoi gioielli.

Gioielli

Gioielli-antichi

Porta-gioie

Anelli-1

Ora è arrivato il momento di shakerare il tuo meraviglioso look di Missoni e di brindare insieme.

Manuel-Menini-2

 

Ricetta. PER 1 BICCHIERE

3 more pestate + 5 lamponi + 10 ml di liquore al chinotto + 10 ml di sciroppo di te alla menta + 20 ml di succo di lime + 40 ml di tequila Don Julio reposado + 5 ml di crema di more + crushed ice ( a mano).

Spaccate a mano i cubetti di ghiaccio e metteteli nel bicchiere. In un  altro bicchiere pulito pestate le more, i lamponi e aggiungete tutti gli ingredienti. Mescolate e versate quindi nel bicchiere con il ghiaccio tritato. Finite con un top di crema di more.

Sciroppo di Te alla menta: in un litro di acqua calda mettete 4 bustine di tè alla menta, aggiungete 250 g di zucchero di canna e lasciate in infusione per 15 minuti.

Credits cocktail: Flavio Angiolillo / Mag Cafè

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*