Taste-of-runway-Anna-marconi-meringhe-ricetta

-“Anna cosa ci cucini oggi?”
-“Meringhe al forno, al profumo di pizzo.”

Bianche come un vestito immacolato, fragranti come un tessuto prezioso, le meringhe al forno sono uno dei miei dolci preferiti. I motivi sono parecchi:
-sono eleganti e discrete;
-se fatte in casa sono uniche per la loro bontà;
-sono semplici da realizzare (spaventa più l’idea);
-sono versatili in cucina perché consentono di preparare infiniti dolci.

Per questi motivi oggi, ispirata dal mio look, ho deciso di “cucinarmi”. Le meringhe hanno una particolarità: la loro riuscita dipende quasi interamente dalla giusta cottura, che è estremamente delicata. Essendo molto sensibili all’umidità e alle alte temperature hanno bisogno di un ambiente secco e devono cuocere lentamente. Solo così avremo la certezza che rimarranno bianche e croccanti. Se cotte ad alte temperature, invece, risulteranno gommose all’interno e assumeranno un colore dorato. Il procedimento non è difficile e sarà il forno a fare tutto.

Dopo aver montato le uova con lo zucchero a velo, ho aggiunto qualche goccia di succo di limone per farle risultare ancora più brillanti, e poi ho trasferito tutto nella mitica sac à poche. Lì, inizia il vero divertimento e dopo qualche tentativo, prima o poi tutti trovano sempre la giusta tecnica per creare le meringhe. Ho poi acceso il mio forno combinato Miele, impostato sull’applicazione speciale “essicazione” e infornato le meringhe su più piani a 70° C per circa 3 ore. Con la fuoriuscita di umidità e il ricambio dell’aria, elementi fondamentali per la buona realizzazione di questa ricetta, le meringhe al forno che ho preparato sono strepitose!

Nel frattempo avrete tutto il tempo per scrivere una poesia, fare una telefonata con l’amica del cuore, programmare il prossimo viaggio, acquistare un biglietto aereo, farvi la manicure. Insomma sono certa che troverete il modo per tenervi occupati. Vi lascio la mia ricetta.

Meringhe-al-forno-ricetta

Ricetta. PER CIRCA 30 MERINGHE PICCOLE (3 cm di diametro)

3 uova (solo gli albumi) a temperatura ambiente + 220 g di zucchero a velo + qualche goccia di succo di limone.

Mettete gli albumi in una ciotola. Iniziate a montarli con una frusta elettrica a velocità media, aggiungete il succo di limone e metà dello zucchero a velo poco alla volta. Questa operazione dura qualche minuto, cioè fino a che le uova non saranno montate a neve ben ferma. Come capirlo? Prima di tutto a vista d’occhio il composto deve risultare denso e compatto, come seconda cosa staccando le fruste dovrete notare che il composto è ben attaccato e forma un ciuffo sulla punta delle fruste. A questo punto incorporate la metà restante dello zucchero a velo mescolando delicatamente con una spatola in silicone dal basso verso l’alto per far amalgamare bene, ma senza smontare il composto. Mettete tutto nella sac à poche con una punta a stella (dentellata) e iniziate a formare le meringhe direttamente sulla placca da forno foderata con l’apposita carta. Ricordate di stenderle distanti le une dalle altre per evitare che, allargandosi, si attacchino tra di loro. Infornate a una temperatura di 70° C e cuocete per circa 3 ore utilizzando l’applicazione speciale “essiccazione”. Gustate le meringhe intere, o sbriciolate con frutta fresca e panna montata.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*