La-Traviata-cocktail-img-post

“La reazione della gente che vede l’opera per la prima volta è molto drammatica, o l’amano o la detestano. E se l’amano, l’amano per sempre altrimenti impareranno ad apprezzarla, ma non la sentiranno mai veramente. “ Richard Gere in Pretty Woman. Teatro dell’Opera

Una scena cult quella di Julia Roberts, in arte Vivian, quando si commuove davanti all’opera “La Traviata” sulle note di:

“Amami, Alfredo,

Amami Quant’io t’amo!

Addio!”

Anche io riesco ad emozionarmi davanti ad un’opera e sono un’amante del teatro per due ragioni. La prima perché è quanto di meglio l’essere umano sia riuscito a creare, la seconda perché le persone che ti siedono accanto finalmente non parlano ed è davvero confortante sapere che sentirai del silenzio attorno a te. Qualche anno fa mi trovavo al teatro la Fenice di Venezia per vedere “La Traviata”, l’immenso capolavoro di Giuseppe Verdi. Quando il sipario si è aperto è iniziata la magia. I pesanti tendoni di velluto rosso nascondevano l’elegante salotto della casa parigina di Violetta Valery. Lei, donna di mondo, attendeva i suoi invitati per fare salotto offrendo i calici per brindare gloriosamente alle lodi del vino e dell’amore. Tra i tanti ospiti vi era Alfredo Germont, un affascinante uomo innamorato follemente di Violetta. Si ameranno o non si ameranno? Non vi dico come finisce l’opera, ma vorrei lasciarvi con il sapore un po’ acidulo di questo elegante cocktail che racchiude tutto il mondo di Violetta. L”ispirazione arriva sempre dal mondo della musica, un concetto particolarmente caro al gin Tanqueray, ma durante questo percorso la protagonista sarà la musica lirica. Una serie di cocktail che si aggiungeranno a quelli deliziosi creati poco tempo fa ed ispirati alla musica contemporanea perfetti da preparare in ogni occasione. Se anche voi siete degli amanti del teatro vi invito al Barezzi Festival, la rassegna che porta la musica rock, jazz ed elettronica nei luoghi della lirica per fruire dei teatri e dei loro meravigliosi spazi spesso inutilizzati. La rassegna si terrà da marzo a giugno nei teatri di Busseto, Fidenza e Parma, il luoghi di Giuseppe Versi. Se qualcuno avesse voglia di venire potremmo brindare insieme con un favoloso cocktail ascoltando della fantastica musica. Per saperne di più, potete cliccare qui. Per ora non mi resta che salutarvi canticchiando il celebre brindisi in tempo di valzer del primo atto della Traviata.

“Libiamo, libiamo ne’ lieti calici,

che la bellezza infiora;

e la fuggevol fuggevo l’ora

s’inebrii a voluttà.

Libiam ne’ dolci fremiti

che suscita l’amore,

poiché quell’occhio al core

Onnipotente va.

Libiamo, amore; amor fra i calici

più caldi baci avrà.”

Un ringraziamento speciale ad Alioscia Bisceglia per la consulenza musicale, Elita Bar  e Oscar Caulli per la realizzazione del cocktail!

Ricetta. PER 1 BICCHIERE

3,75 cl di gin Tanqueray Rangpur + 2,25 cl di liquore al bergamotto + 0,75 ml di succo di lime + 2,25 cl di champagne

Prendete un mixing glass, mettete in ghiaccio e aggiungete il gin Tanqueray Rangpur, il liquore al bergamotto e il succo di lime. Girate e raffreddate con l’aiuto di un bar spoon (o cucchiaio). Versate filtrando con uno strain (o colino) ed infine aggiungete un top di champagne. Decorate con un peel (buccia) di bergamotto che profumerà ancor di più il vostro cocktail. Ideale come aperitivo

La famosa scena del film “Pretty Woman”.

La meravigliosa Maria Callas nei panni di Violetta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*