Jole-insalata-di-aringhe

Si sa che la Jole in camera da letto legge con la luce da libro per aver cura di non disturbare il sonno del suo compagno, tuttavia si sa che l’amore è anche sacrificio, ma quando questi russa come un capodoglio il sacrificio è dormirci accanto!
Così, se i nervi scattano, è meglio usarli. Come?
Per esempio, per preparare splendide marinate aromatiche per carni o pesce che spesso hanno un tempo di riposo di almeno dodici ore.
Dal momento che il giorno dopo sarete tutte sfasate, è prudente non toccare coltelli e fornelli con la testa poco lucida, ma non possiamo neanche lasciare sguarnita la tavola, no?
Anche perché il compagno grufolante non sa di aver cercato tartufi sulle nuvole, e ha comunque fame. Ricordate che più di una emicrania da insonnia, c’è un marito che si lagna o minimizza la vostra stanchezza. Quindi ecco a voi gli ingredienti:

-250 g di aringa affumicata;
-due patate lesse di sonno (stessi grammi);
-una mela Granny Smith bella verde di bile;
-una cipolla rossa da piangere;
-150 ml di latte versato;
Per la salsa:
-yogurt in bianco o panna acida come noi;
-succo di limone;
-olio, sale e pepe quanto basta;
-un marito orso.

Durante la notte usate il latte versato e mettetelo in una ciotola.
Prendetevela con l’aringa, (si trova già pulita ma se volete sfogarvi mozzate testa e coda, spellate ed evisceratela salvandovi dal carcere) riducete a filetti la polpa come in un film dell’orrore e trasferitelo nel latte. Non vi resta che piangere, perciò fate lo stesso con la cipolla e lasciatela nell’acqua. Mettete a nanna nel frigo cipolla e aringa e vincete la tentazione di chiudervi nel frigo con loro o di mangiarvelo con tutto il contenuto.
Lessate le patate e andate a vedere come vostro marito si sia messo a croce sul letto per impedirvi ogni possibile rientro. Se soffre il freddo scopritelo, o viceversa se suda, perché lui sarà incosciente ma voi siete sveglie e vendicative!
Preparate un giaciglio sul divano immaginandovi “Miserabile” come Fantine sognando il vostro Jean Valjean preferito. la Jole lo immagina come lo chef Canavacciuolo che la seduce con una delle sue pacche.
Invece vi siete addormentate ed è quasi ora di pranzo …e la pacca è del marito famelico e rumoroso… purtroppo.
Non vi resta che pelare le mele, affettarle sottilissime, assemblare la salsa di yogurt e limone, sgocciolare l’aringa e la cipolla, e condire questa insalata fresca e gustosa di origine olandese.
Per questa volta perdonatelo, ma la prossima volta dell’Olanda al primo russare fategli gustare uno zoccolo di legno e ricordate che la Jole adora il suo compagno, ma in camere separate !

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*