Te-party-img-post

“Il tè è un’opera d’arte, e solo la mano di un maestro può renderne manifeste le qualità più nobili.” Okakura Kakuzo

Se davvero volete essere originali vi consiglio di dare un “tea-party”. Chi li fa più inviti di questo tipo?  Amerei essere ospite in un salotto  autentico come quello di Madame Peloux nel film “Chéri”.. Sembra purtroppo che l’atto del tè caldo non sia molto valorizzato ultimamente eppure non avete idea di quante confidenze (per non dire gossip) escano sotto l’effetto “stupefacente” di una tazza bollente. Per amarlo si deve essere dotati di grazia, eleganza e semplicità. Vi svelo qualche suggerimento per aiutarvi a creare un momento magico da consumare rigorosamente con le persone del vostro cuore.

-L’invito ad un tè si fa per le 17-17.30. Vale l’invito a voce, per telefono o romanticamente con un bigliettino;

-preparate su un vassoio lo zucchero bianco ma anche grezzo, il latte ma anche qualche fettina di limone, dei biscotti secchi e della piccola pasticceria. Si a plum cake, muffin e torte fatte in casa ma anche a crostate leggere di fragole o mele;

-il tè si offre sempre in salotto, deve essere di ottima qualità e preparato secondo le regole. Se pensate che la teiera debba essere di argento siete fuori strada. Porcellana è la parola magica! Guardate la meravigliosa linea Medusa Gala di Versace Home;

-come si prepara un buon tè? Non serve la bacchetta magica ma qualche accorgimento: buttate un pizzico di tè nella teiera, aggiungete subito un po’ di acqua bollente in modo che il recipiente si intiepidisca impregnandosi bene del profumo, poi svuotatela e preparate quello definitivo. Il tè deve riposare per circa 4 minuti prima di essere messo nelle tazze. Dopo averlo versato gli ospiti si possono servire da soli;

-tra tazza e sottotazza potete mettere un piccolo tovagliolo;

-si beve sorseggiando senza sollevare il mignolo, per carità;

-non si inzuppano biscotti o ancor peggio intere fette di torta, a meno che non siate soli davanti alla vostra tazza bollente.

Se avessi un salotto come questo vi assicuro che vi inviterei tutti per un tea-party.Chéri

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*