DOLCI. COME SI MANGIANO? Torte e pasticcini. Istruzioni per l'uso

Pasticcini“Non sono gli errori a fare scandalo. Quel che preoccupa è la convinzione, sempre più diffusa, che le buone maniere siano un’anticaglia, e che non valga la pena di impararle”. P. Ottone

Tempo di feste, tempo di grandi abbuffate. Siete sicuri di sapere tutto, ma proprio tutto sull’atteggiamento da tenere a tavola? Conosco persone così egocentriche e vanitose da non rendersi conto di quanto maleducate siano a tavola. Quando speri che prima o poi la tortura di essere seduta davanti ad un gran cafone finirà, è esattamente davanti al dolce che la voglia di scappare raggiunge l’apice. Cosa c’è da sapere quindi sul momento più felice della cena, quello cioè dove vengono servite milioni di calorie pronte e ridarci un sorriso?-Le torte si tagliano a fette davanti agli ospiti e si servono nei piattini aiutandosi con l’apposita paletta. Si mangiano sempre con la forchetta da dessert e, se necessario, anche con l’aiuto del coltello da dessert.

-I pasticcini si mettono sul piatto di portata (rotondo e d’argento se lo avete) divisi per qualità, in modo che l’ospite sia facilitato nella scelta.

-I pasticcini si prendono dal piatto di portata con le dita prendendo anche il piroettino (non esiste infatti cosa più brutta di vedere se non tutti i pirottini vuoti lasciati nel piatto) e si mettono nel proprio piatto.

-Dopo averli liberati dalla carta si mangiano in un solo boccone. Avete capito bene: uno solo. Naturalmente stiamo parlando di piccola pasticceria.

-Se i dolci ripieni di frutta contengono noccioli o semi, questi si raccolgono nella mano e si depositano nel piattino. Questa è una regola sempre valida: ciò che si porta alla bocca con le mani, lo si deposita nel piatto sempre con le mani. 

-Il dolce si serve sempre dopo il formaggio e prima della frutta, ma ricordatevi che anche il formaggio segue delle precise regole: non viene mai servito alle cene ad esempio.

-Il dolce non deve mai mancare nel completamento di un menù e nemmeno il vino da accompagnamento. Scegliete un prosecco, champagne o un passito e brindate in allegria. 

 

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*