David-bowie-cocktail-img-post

« Volevo vedere e capire quello che capitava. La mia paura era di passare di fianco ad una nuova moda che stava per arrivare. Non desideravo nient’altro che locali. Ci andavo sia per l’esperienza sia per riempirmi le orecchie. Per il volume alto, per ascoltare Georgie Fame, per scoprire il jazz. » David Bowie.

Eclettico e trasformista, sensuale e ambiguo. Sono tante le immagini che David Bowie ha saputo mostrarci nel corso della sua carriera anticipando sempre le mode e facendo tendenza. I suoi capelli arancioni e le sue tutine slim hanno fatto il giro del mondo con Ziggy Stardust, i suoi occhi sfumati di nero e il suo look androgeno gli hanno valso l’appellativo di “Duca Bianco”. Ma è del suo Pierrot che vi voglio parlare oggi. E’ il 1980 quando crea “Ashes to Ashes” (“Cenere alla cenere”), una canzone introspettiva, malinconica e molto personale. Quando ho chiesto ad Alioscia Bisceglie il perché di questa scelta per la realizzazione di un cocktail ispirato alla musica mi ha risposto: “Ho immaginato una variazione del Martini Cocktail ispirata alle cromie del video del Duca Bianco che ha co diretto con il regista David Mallet. Deciso come tutti i Martini cocktail, ma con una sfumatura delicata. Un tocco dandy, androgeno, decadente, contemporaneo e in continua mutazione che riesce sempre a riproporsi come un classico. Parliamo di Bowie o del Martini Cocktail? Boh? Una cosa è certa, quella coppa Martini sarebbe stata perfetta tenuta tra dita e sorseggiata dal quel Pierrot.” Per il momento la tengo io tra le dita, e invito voi tutti a farlo con me. Questo è quello che succede quando il gin Tanqueray® No. TEN™ e la musica entrano nel salotto di Taste of Runway. Cheers!

David-Bowie

Ricetta. PER 1 BICCHIERE

20 ml gin Tanqueray ten + 3 spruzzi di vermouth dry + 3 gocce di bitter alla violetta.

Raffreddate il bicchiere (la coppa martini) con acqua e ghiaccio facendo girare bene il ghiaccio con l’aiuto di un cucchiaino. Tenete da parte. Raffreddate ora il mixing glass aggiungendo qualche cubetto di ghiaccio e il gin. Ripetete la stessa operazione di raffreddamento mescolando con l’aiuto di un cucchiaino per un minuto. Prendete a questo punto la coppa martini ben raffreddata, svuotate il contenuto (acqua + ghiaccio), spruzzate il vermouth con un nebulizzatore e infine versate il gin. Fate scendere a questo punto tre gocce di bitter alla violetta che creeranno una bellissima sfumatura.

Open in Spotify

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*