crepe crema chantilly

La casa è bianca, le tende di cotone e lino sono mosse da una leggera brezza che le accarezza e le fa muovere dolcemente. Gli ingredienti freschissimi sono sul ripiano della cucina e nell’aria c’è profumo di amore, fragole e crema chantilly. Apparecchio la tavola con una tovaglia chiara e profumata, accendo la mia playlist preferita e inizio a preparare il caffè. La crema chantilly è freschissima, sa di zucchero a velo, serenità e leggerezza. Le crepe stanno cuocendo nella pentola e il loro rumore un po’ scoppiettante mi fa sentire in vacanza. Non sono al mare, non sono su un’isola deserta e nemmeno sotto ad una palma, ma mi sento in vacanza… Non è forse anche questo uno dei segreti della vita? Alzarsi, sorridere e ritrovare la felicità nelle piccole cose. A partire dalla colazione. Buongiorno…

crepe e crema chantilly

Per la crema chantilly. 250 ml di panna fresca + 50 g di zucchero a velo + 1 bacca di vaniglia.

Per 6-8 crepe. 2 uova, 250 ml di latte di cocco + 100 ml di latte + 20 g di burro fuso (+ 20 g per la cottura) + 125 g di farina + 1 pizzico di sale + 1 scorza grattugiata di limone biologico non trattato.

Per la crema chantilly. Versate la panna in una ciotola grande. Tagliate la bacca di vaniglia per la lunghezza e togliete dal suo interno i semini neri. Aggiungete quindi la bacca e i semini alla panna e lasciate in infusione per un’ora.
Trascorso questo tempo estraete la bacca e i semini. Versate la panna in un contenitore possibilmente alto e montatela con uno sbattitore elettrico. Appena la panna sarà montata aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo continuando a montare.

Per le crepe. In una ciotola sbattete con una frusta le uova, il latte di cocco, il latte e il burro fuso. In un’altra ciotola mescolate la farina setacciata, il sale e fate una fontana al centro versandoci poco alla volta il composto di uova, latte e burro. Sbattete energicamente con una frusta (meglio se elettrica) e aggiungete la scorsa di limone grattugiata per aromatizzare l’impasto. Mescolate nuovamente e lasciate riposare tutto per mezz’ora. Scaldate una padella antiaderente (meglio se per crepe) leggermente imburrata e versate un piccolo mestolo di pastella ruotando la padella in modo da distribuirla bene. Fate cuocere per un minuto fino a che la crepe non è dorata poi giratela con una spatola e cuocete per un altro minuto. E così via fino a che la pastella finisce. Mettete le crepe in un piatto una sopra a l’altra e conservate al caldo. Servite con crema chantilly e frutta fresca.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*