Il giorno in cui ho imparato a sterilizzare i vasetti di vetro..

Quel pomeriggio non ci potevo credere. Avevo creato delle opere d’arte sentendomi improvvisamente la reincarnazione di quel brillante di Marcel Duchamp. In un istante unico ho avuto la genialità di mettere in una pentola piena d’acqua i vasetti da sterilizzare commettendo un piccolo errore: lasciando cioè il tappo avvitato. Improvvisamente mi sono ritrovata a creare circa 7 ready-made che non contenevano aria di Parigi, bensì:

– “aria di Milano sottovuoto”, vasetto di vetro Quattro stagioni Bormioli Rocco, 13,3 x 6,50;

-“aria della cucina di Taste of Runway sottovuoto”, vasetto di vetro Quattro stagioni Bormioli Rocco, 13,3 x 6,50;

-“aria di una che non sa sterilizzare i contenitori sottovuoto”, vasetto di vetro Quattro stagioni Bormioli Rocco, 13,3 x 6,50;

-“aria di perplessità quando ho capito che i coperchi andavano tolti, sempre sottovuoto”, vasetto di vetro Quattro stagioni Bormioli Rocco, 13,3 x 6,50;

-“aria di guai quando il sugo era pronto ma i vasetti da cestinare, sottovuoto”, vasetto di vetro Quattro stagioni Bormioli Rocco, 13,3 x 6,50

-”aria di una giornata che sembrava buttata all’aria”, vasetto di vetro Quattro stagioni Bormioli Rocco, 13,3 x 6,50

-“aria di un’idea” quella di regalarli tutti ad una simpaticona!

Tanto lei che dice di poter vivere di sola aria, che si definisce concettuale, essenziale e avantgarde. A lei, che pensa di essere straordinaria ecco un regalo straordinariamente insignificante e inutile. E la cosa più divertente è il biglietto che allegherò: “conservami per sempre con te e ti porterò tanta fortuna!”. Era destino che andasse così, per lei il pomodoro fatto in casa sarebbe stato troppo troppo troppo ! Ma se volete passare dalla mia cucina prometto di regalarvene uno. Ho davvero imparato a sterilizzare i vasetti questa volta!

Ps. Il signor Bormioli Rocco non si sarà mai sentito prudere il naso così tanto quanto oggi!

 

Ricetta. PER 10 VASETTI DI MEDIA MISURA

6kg di Pomodoro da sugo + 5 scalogni + 1 gambo di sedano tritato + 2 carote + un bel ciuffo di basilico + 2 spicchi d’aglio + olio extravergine d’oliva + sale + pepe.

Lavate accuratamente i pomodori, tagliateli in 4 e metteteli in una ampia padella con tutti gli ingredienti. Coprite con un coperchio e cuocete a fuoco medio per 40 minuti mescolando ogni tanto. 10 minuti prima di ultimare la cultura, togliete il coperchio e portate a termine (in questo modo l’acqua in eccesso evaporerà). Appoggiate un setaccio su una pentola pulita e passatevi tutto il composto di pomodoro. Supponendo che i vostri vasetti da sugo siano già stati sterilizzati (altrimenti bolliteli o lavateli in lavastoviglie ad almeno 60° C) riempiteli con il sugo, chiudeteli ermeticamente con il rispettivo coperchio e, da chiusi, fateli bollire per 25 minuti in tanta acqua. Potrete estrarre i vasetti solo quando l’acqua si sarà completamente raffreddata (passerà quindi almeno 1 ora).  Conservateli in un luogo asciutto e apriteli quando ne avete voglia!

Air de Paris. Marcel Duchamp. 1919.

Air de Milan. Anna Marconi. 2012.

Aria di soddisfazioni!

Photo Food: Taste of Runway. Photo fashion show: Yannis Vlamos / gorunway.com image courtesy of style.com.

4 Risposte

  1. Elisabetta

    Mi ritorna in mente un racconto bellissimo di un autore lituano, Tomas Saulius Kondrotas. Si intitola “Il collezionista”. Ci sono barattoli di latta, di cartone, da caffè. Vasetti di vetro, di marmellata, da conserve… Ciascuno ha un’etichetta: anno luogo stagione. E poi: tramonti. E allora: magia 😉

    Ne parlò Baricco a “Pickwick”: http://www.youtube.com/watch?v=D99sq7S8kmE

    Rispondi
    • Taste Of Runway

      Elisabetta Wow! Grazie per il tuo messaggio e per il link (appena guardato). Hai ragione, questa è davvero magia! E domani proverò anch’io a prendere un tramonto. Poi magari te lo mando :-)

      Anna

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*