Asparagi

Asparagi, che passione!

Il mio cuginetto è un mito, mangia solo le punte degli asparagi e lascia il resto agli altri. Vorrei  fargli un bel discorso, quando saremo soli, spiegandogli che lo potrà fare un giorno (forse) davanti alla sua fidanzatina. In realtà questo è un classico caso in cui si deve imparare dai più piccoli. Infatti quando si servono gli asparagi, l’ideale sarebbe servire solo le punte in modo che i vostri ospiti possano  mangiarli con il solo aiuto della forchetta. Ricordate una regola molto importante: il coltello non si usa mai per i cibi morbidi. Se per caso vi trovaste davanti ad un piatto di asparagi interi i casi sono due. Il primo:  siete fortunati e vi vengono date anche le apposite pinze per mangiarli. Io non le vedo in giro da una vita ma sono geniali! Permettono di prendere un asparago alla volta che si porta poi alla bocca per mangiarne solo la punta lasciando la parte più legnosa. Il secondo: se non vi vengono fornite le pinze vi dovrete cimentare con le mani cercando di combinare meno disastri possibili. Niente risucchi, niente gocce di olio sul mento, le vostra dita unte tenetele a bada. Il vero tocco di classe è mettere in tavola una coppetta lava dita. Io amo quella all’acqua di rosa. Provate a farla anche voi!

Ricapitoliamo?

ASPARAGI SOLO CON LE PUNTE:

  • non si usa il coltello per mangiarle, ma solo la forchetta.

ASPARAGI INTERI DA MANGIARE CON L’AIUTO DELLE PINZE:

  • prendete con la pinza un asparago per volta e portatelo alla bocca per mangiarne solo la punta.

ASPARAGI INTERI DA MANGIARE SENZA L’AIUTO DELLE PINZE:

  • si utilizzano le mani;
  • non si succhiano;
  • non si schiacciano con la forchetta;
  • attenzione alle gocce di olio sul mento;
  • se siete a casa da soli fate un po’ come vi pare.

SCARICA LA REGOLA

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*