In cucina, preferisco le bionde..

Immaginate che vi regalino una cesta piena di arance talmente  bionde, che di più non si può. Come perdere l’occasione di trasformarle in qualcosa di speciale? Quello che vedete in foto è esattamente quello che ho creato domenica pomeriggio. La marmellata di arance e rosmarino è quanto di meglio il nostro palato possa desiderare. Tenete questa ricettina a portata di mano e ricordatevi di provarla non appena i banchetti dei nostri mercati saranno colmi di questi splendidi agrumi! 

Ricetta. PER 1/2 VASETTI

500g di arance bionde biologiche + 1 limone + 80g di bucce d’arancia + 2 rametti di rosmarino + 150ml di acqua.

Sbucciate le arance tenendo da parte circa 80g di buccia (tagliata a cubetti) eliminando con cura le pellicine bianche che sono molto amare. Sbucciate il limone. Pulite bene l’arancia togliendo tutti i filamenti bianchi e gli eventuali semi, fate la stessa cosa con il limone. In un pentolino dal fondo spesso mettete quindi le arance, il limone, lo zucchero. Aggiungete gli aghi di rosmarino (alcuni interi, altri tritati) e 150ml di acqua. Portate ad ebollizione e fate cuocere a fuoco basso per circa un’ora. Mescolate continuamente e schiacciate la frutta con un cucchiaio di legno in modo da formare una purea omogenea. Nel frattempo immergete le scorze di arancia in un pentolino d’acqua fredda e fate bollire, scolate quindi l’acqua e ripetete questa operazione per altre due volte. Unite quindi le scorzette d’arancia e mescolate con cura per altri 15 minuti. La marmellata sarà pronta quando avrà raggiunto la consistenza del miele. Fate una prova mettendone un cucchiaio su di un piattino e inclinandolo, la marmellata dovrà colare lentamente e non scivolare via. Versatela ancora calda nei vasetti di vetro.

SCARICA LA RICETTA

Se decidete di farne in quantità maggiori sterilizzate i vasetti (facendoli bollire in acqua o lavandoli in lavastoviglie ad almeno 60°C), riempiteli di marmellata, chiudeteli ermeticamente con un tappo nuovo e, da chiusi, fateli bollire per 25 minuti in tanta acqua. Potrete estrarre i vasetti solo quando l’acqua si sarà completamente raffreddata (passerà quindi almeno 1 ora).  Conservateli in un luogo asciutto e apriteli quando ne avete voglia! Ottima da stendere sulle gallette di riso e mais o da servire con formaggi stagionati. A proposito, sapete come si mangia il formaggio?

Marmellata

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*